Genitori ricorrono al Tar: il figlio a scuola merita 10 anziché 9

I genitori di un alunno di Canicattì, in provincia di Agrigento, sono ricorsi al Tar di Palermo per un motivo piuttosto insolito: il loro figlio si era visto, all’esame di terza media, mettere alcuni 9, anziché 10 come pretendevano i familiari. Il discente era stato ammesso con il voto di 9/10 e aveva conseguito le seguenti Leggi di piùGenitori ricorrono al Tar: il figlio a scuola merita 10 anziché 9[…]

La donazione alla moglie si può revocare se nasce un figlio

Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza 16 novembre 2017 – 29 gennaio 2018, n. 2106Presidente Mazzacane – Relatore Cavallari Svolgimento del processo Con atto di citazione notificato il 2 marzo 2008 M.L.D. ha adito il Tribunale di Viterbo al fine di sentire dichiarare la revoca della donazione effettuata in favore di G.R. con atto Leggi di piùLa donazione alla moglie si può revocare se nasce un figlio[…]

Arriva la tassa sui soldi depositati in banca

Il Risparmiometro valuterà l’incongruenza tra i soldi risparmiati in banca e il reddito denunciato all’Agenzia delle Entrate. Si chiamerà molto probabilmente Risparmiometro ed è uno strumento che l’Agenzia delle Entrate ha appena messo a punto per verificare se i contribuenti hanno risparmi superiori rispetto a quelli che presumibilmente potrebbero accumulare con il proprio reddito. In Leggi di piùArriva la tassa sui soldi depositati in banca[…]

Garanzie del contribuente: quando è possibile omettere il contraddittorio

Massima: Per consolidato orientamento giurisprudenziale di legittimità « in materia di garanzie del contribuente sottoposto a verifiche fiscali, le ragioni di urgenza che, ove sussistenti e provate dall’Amministrazione finanziaria, consentono l’inosservanza del termine dilatorio di cui alla legge n. 212 del 2000, devono consistere in elementi di fatto che esulano dalla sfera dell’ente impositore e fuoriescono Leggi di piùGaranzie del contribuente: quando è possibile omettere il contraddittorio[…]

L’esclusività del foro competente deve risultare espressamente dalla clausola convenzionale.

Così si è espressa la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 1838 del 25 gennaio scorso. IL CASO: Nella vicenda esaminata dai Supremi Giudici di legittimità, una società proponeva opposizione avverso un decreto ingiuntivo emesso nei suoi confronti per il mancato pagamento di fatture relative alla locazione operativa di una macchina selezionatrice di banconote. La Leggi di piùL’esclusività del foro competente deve risultare espressamente dalla clausola convenzionale.[…]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi