Guida senza patente: è reato?

Cos’è la patente? Quando è reato guidare senza? Depenalizzazione e illecito amministrativo: vediamo cosa succede.

Per guidare un veicolo, si sa, occorre la patente. L’esame per conseguirla è una delle prime, grandi prove della maturità, superato il quale ogni ragazzo si sente un po’ più adulto.

Non si deve commettere l’errore di considerare la patente un documento dovuto, quasi come se fosse un diritto acquisirla: al contrario, per ottenere la patente è necessario possedere determinati requisiti, anagrafici e psico-fisici, che garantiscano l’idoneità alla guida.

La patente è talmente importante che guidare senza può far incorrere in sanzioni non da poco. La guida senza patente è reato? Vediamo quando.

Patente: cos’è?

La patente di guida è un certificato amministrativo che la pubblica amministrazione rilascia al richiedente dopo una specifica verifica, effettuata tramite un esame teorico-pratico, finalizzata ad accertare il possesso di determinati condizioni.

Nello specifico, per ottenere la patente di guida occorre soddisfare tre requisiti:

  • Anagrafici: a seconda del tipo di veicolo per la cui guida viene richiesta l’abilitazione, l’età da raggiungere è di quattordici, sedici, diciotto, venti e ventuno anni [1];
  • Psico-fisici: non può ottenere la patente di guida o l’autorizzazione ad esercitarsi alla guida chi sia affetto da malattia fisica o psichica, deficienza organica o minorazione psichica, anatomica o funzionale tale da impedire di condurre con sicurezza veicoli a motore [2];
  • D’Abilità: l’idoneità tecnica necessaria per il rilascio della patente di guida si consegue superando una prova di verifica delle capacità e dei comportamenti ed una prova di controllo delle cognizioni [3].

Patente: si può guidare senza?

Il codice della strada è molto chiaro su questo punto: non si possono guidare ciclomotori, motocicli, tricicli, quadricicli e autoveicoli senza aver conseguito la patente di guida [4].

Al mancato conseguimento della patente di guida non è equiparato chi guida uno dei predetti veicoli munito di patente scaduta. L’autorizzazione rilasciata dalla pubblica amministrazione, infatti, ha un limite temporale, superato il quale occorre sottoporsi a nuova verifica di idoneità per il rinnovo.

In particolare, le patenti più diffuse (categorie AM, A1, A2, A, B1, B e BE) sono valide per dieci anni; qualora siano rilasciate o confermate a chi ha superato il cinquantesimo anno di età sono valide per cinque anni ed a chi ha superato il settantesimo anno di età sono valide per tre anni [5].

Chi viene sorpreso a guidare un veicolo con la patente scaduta, quindi, non può essere sanzionato come se non l’avesse. Come vedremo, infatti, il reato di guida senza patente può configurarsi solo nei casi in cui il reo non abbia mai conseguito il titolo abilitativo (cioè la patente), oppure abbia subito la revoca dello stesso o non gli sia stato rinnovato.

Guida senza patente: è reato?

Giungiamo ora al punto cruciale dell’articolo: se guido senza patente commetto reato? Non necessariamente.

Il codice della strada dice che chiunque conduce veicoli senza aver conseguito la corrispondente patente di guida è punito con l’ammenda da 2.257 a 9.032 euro; la stessa sanzione si applica ai conducenti che guidano senza patente perché revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti fisici e psichici. Nell’ipotesi di recidiva nel biennio si applica altresì la pena dell’arresto fino ad un anno [6].

A seguito della depenalizzazione avvenuta nel 2016 [7], però, la pena dell’ammenda è sostituita dalla sanzione amministrativa pecuniaria da cinquemila a trentamila euro. Di conseguenza, oggi commette reato solamente chi, nell’arco di due anni, viene colto a guidare senza patente; alla prima infrazione, invece, si risponderà con una mera sanzione amministrativa.

Da tanto derivano due situazioni distinte:

  1. chi guida senza patente commette un illecito amministrativo ed è pertanto tenuto a pagare una sanzione pecuniaria salata, che va dai cinquemila ai trentamila euro;
  2. chi è sorpreso a guidare per due volte senza patente nel corso di un biennio (cioè, dalla prima guida senza patente alla seconda non devono essere trascorsi più di due anni) commette reato, con l’arresto fino a un anno.

Guida senza patente: quando è reato?

Il reato della guida senza patente prescinde dal verificarsi di specifici eventi lesivi: questo significa che si incorre nell’illecito penale per il semplice fatto di trovarsi al volante, anche senza aver provocato alcun sinistro.

Presupposto necessario per la rilevanza penale della condotta è che la stessa sia realizzata su strada, da intendersi quale qualsiasi area pubblica, aperta al pubblico o adibita a pubblico uso, per la circolazione di mezzi, persone o animali.

note

[1] Art. 115 codice della strada.

[2] Art. 119 codice della strada.

[3] Art. 121 codice della strada.

[4] Art. 116 codice della strada.

[5] Art. 126 codice della strada.

[6] Art. 116, comma 15, codice della strada.

[7] D. lgs. n. 8/2016 del 15.01.2016.

Autore immagine: Pixabay.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi