Mobbing configurabile con l’abusivo esercizio del potere disciplinare

È mobbing l’abusivo esercizio del potere disciplinare con intento persecutorio allo scopo di indurre alle dimissioni il dipendente.Con la sentenza 20 dicembre 2017, n. 30606, Suprema Corte torna a pronunciarsi in materia di mobbing e lo fa richiamando i noti principi elaborati dalla giurisprudenza di legittimità in materia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi