Saluto romano non è reato se commemorativo

Secondo la Cassazione non è reato il saluto romano se ha intento commemorativo e non violento, in quanto in tal caso deve essere considerato come una libera manifestazione del pensiero e non un attentato concreto alla tenuta dell’ordinamento democratico.Gli ermellini hanno, così, assolto in via definitiva due manifestanti di Casapound che durante una manifestazione organizzata a Milano nel 2014, rispondendo alla “chiamata del presente”, avevano alzato il braccio destro facendo il saluto fascista.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi