Spese legali: scarsa difficoltà di controversia non è motivo di “stariffazione”

La scarsa difficoltà della controversia non è motivo di stariffazione delle spese legali. La motivazione deve attenersi alle circostanze di fatto del processo e non a enunciazioni di elementi meramente indicativi. E’ quanto deciso dalla Corte di Cassazione, Sez. VI, con l’ordinanza 6 febbraio 2018, n. 2787. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi