Trust e revocatoria ordinaria: i casi in cui il beneficiario è litisconsorte necessario

Nell’azione revocatoria ordinaria, avente ad oggetto un bene conferito in trust, lo stato soggettivo del terzo a cui rimanda l’art. 2901 c. 1 n. 2 c.c., rilevante nel caso di atti di disposizione a titolo oneroso, è quello del beneficiario e non del trustee. L’onerosità dell’atto va valutata avendo riguardo all’interesse del beneficiario al bene. Se, in base al suddetto interesse, l’atto dispositivo è da qualificare come oneroso, il beneficiario è litisconsorte necessario.Così ha statuito la Corte di Cassazione con la sentenza del 29 maggio 2018, n. 13388.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi